Itinerari

Sardegna sud-est, tra storia, paesaggi e buon cibo.

Se volete venire in questa parte di Sardegna non solo per il mare ma anche per scoprire la cultura, la storia, i paesaggi e l’enogastronomia, allora siete capitati nel posto giusto. Infatti, vi faremo scoprire la nostra isola attraverso i luoghi meno noti ma, per questo, ricchi di fascino e sorprese. Partendo da San Vito, vi proponiamo tre giorni dedicati all’archeologia, ai borghi di montagna e alle torri costiere del Sarrabus. Potrete scegliere se fare questi itinerari in completa autonomia o farvi assistere per la loro organizzazione e accompagnamento. Potrete scegliere anche se farli tutti o solamente quelli che più si adattano ai vostri gusti.

Primo giorno: Il vino di Jerzu, i borghi dell’Ogliastra e le grotte “Su Marmuri”.

Partendo da San Vito si raggiunge il paese di Jerzu, dove visiteremo la cantina “Antichi Poderi”. Qui si potrà usufruire di una degustazione guidata di vini, in particolare del vino “Cannonau”, assolutamente il vino rosso simbolo della Sardegna. Da Jerzu si raggiunge poi il paesino di Ulassai per visitare le grotte “Su Marmuri” le cui cavità raggiungono in certi punti anche i 70 metri di altezza! Terminata la visita si procede a nord fino a raggiungere il paese fantasma di Osini Vecchio, abbandonato in fretta e furia nel 1951 dopo una terribile alluvione. Si procede quindi ancora verso nord, raggiungendo dopo il borgo di Elini, inserito nel circuito dei borghi autentici d’Italia.

In particolare meritano una visita la chiesetta di San Gavino martire, l’antica stazione ferroviaria e una passeggiata ristoratrice presso il parco del Carmine. Lasciato Elini, raggiungiamo Loceri, un vero e proprio paese museo con i suoi 100 murales, alcuni anche di grandi dimensioni. Lasciamo definitivamente le montagne per raggiungere la costa, precisamente a Bari Sardo, dove, in riva al mare, ci gustiamo un aperitivo in riva al mare prima di fare rientro a San Vito.

Secondo giorno: “Tra laghi e nuraghi”.

Sarà un’immersione totale nella storia: faremo tappa nei siti archeologici più rappresentativi del sud est che ci permetterà di conoscere meravigliose opere risalenti addirittura a 5000 anni fa! Partendo da San Vito si raggiunge il Ballao per visitare il tempio a pozzo “Funtana Coberta”, un tempio votivo dedicato al culto dell’acqua risalente al XIII secolo a.C.. Dopo la visita al pozzo sacro, ci spostiamo a Orroli per ammirare il complesso nuragico di “Nuraghe Arrubiu”, un vero e proprio castello costituito da una torre centrale e altre 5 torri, databile al XV secolo a.C.. Terminata la visita ci spostiamo a Nurri per una piccola gita sul lago Flumendosa a bordo dei battelli a ruota tipo “Mississippi”. Terminata la gita, ci spostiamo a Serri per visitare il santuario nuragico di Santa Vittoria, uno dei più importanti della Sardegna per la presenza in un unico sito di varie tipologie di costruzioni antiche databili al XV secolo a. C.. Qui avremo modo di ristorarci con un pranzo in agriturismo. Da Serri ci spostiamo poi a Suelli, dove visiteremo il nuraghe Piscu, tra i meglio conservati della Sardegna. Lasciato Suelli, visiteremo infine il parco archeologico (risalente al 3000 a.C.) di Pranu Muttedu a Goni, dove è presente il più grande allineamento di menhir del Mediterraneo oltre ad alcune Domus de Janas, particolari tombe scavate nella roccia. Terminata la visita faremo rientro a San Vito.

Terzo giorno: la meravigliosa costa del Sarrabus e le sue torri spagnole.

Avremo modo di percorrere tutta la costa del Sarrabus, da Quirra a Villasimius, in un modo davvero originale. Faremo tappa nelle varie torri costiere del XV secolo, edificate dagli spagnoli in difesa delle coste sarde contro le numerose incursioni saracene del tempo. Partendo da San Vito visiteremo, nell’ordine, le torri di: Murtas, Porto Corallo, dei Dieci Cavalli, di Monte Ferru, di Cala Pira e di Porto Giunco. Le torri, poste in posizioni strategiche, ci permetteranno di ammirare il paesaggio da posizioni privilegiate, come dei balconi che si affacciano direttamente sul mare. Inoltre, impareremo a conoscere le diverse strutture architettoniche che differenziano ciascun monumento oltre agli eventi storici alla quale ognuna di esse e legate. Un pranzo a base di pesce sarà la giusta pausa per vivere una giornata davvero magnifica!

Le foto inserite sono gentilmente concesse da sardegnaturismo.it e sardegnatoujour.it